Museo Storico

MILS – Museo delle Industrie e del Lavoro del Saronnese

Saronno (VA)

In abbonamento
Il MILS si propone di valorizzare e far conoscere la storia delle industrie e del lavoro del Saronnese. A partire dalla seconda metà dell’Ottocento, l’imprenditorialità e il lavoro sono stati i due assi attorno a cui è ruotata la vita del territorio e in cui si sono sviluppati alcuni tra i più significativi episodi della vicenda produttiva lombarda e nazionale.

Le collezioni esposte testimoniano la storia industriale del Saronnese dalla 2^ metà dell’Ottocento fino agli anni ’60 del secolo scorso ed evidenziano l’importanza che settori come quello dei trasporti, meccanico, tessile, alimentare ed elettronico ebbero nella vita del Saronnese.
L’area espositiva esterna è interamente dedicata ai trasporti ferroviari rappresentati da veicoli storici delle Ferrovie Nord. E’ questo anche un riconoscimento dell’importanza che le ferrovie hanno avuto nello sviluppo industriale ed economico del territorio.
Due rotabili antistanti l’ingresso ospitano una preziosa collezione di radio d’epoca donata al MILS da un collezionista.
I visitatori sono accolti all’interno del Museo da una storica tettoia Liberty, originariamente posta all’ingresso della stazione FNM di Saronno.
In un tipico edificio industriale con copertura a shed sono conservati macchinari e oggetti provenienti dalle aziende “storiche” del territorio: Ferrovie Nord, FOS, Gianetti Ruote, Parma Casseforti, Isotta Fraschini, CEMSA, Tipografia Padre Monti, De Angeli Frua, LUS, Cotonificio Poss, Molini Canti, FIMI Phonola, Lazzaroni e tante altre piccole e medie aziende.
Alcuni di questi oggetti sono particolarmente importanti; citiamo a titolo di esempio: la custodia blindata che protesse il Pallio d’oro dell’altare di S. Ambrogio a Milano; il “TV girevole” Phonola dal design “rivoluzionario” per l’epoca, conservato anche al MOMA di New York e alla Triennale di Milano; il banco di manovra a scambi Max Judel della stazione di Milano Cadorna; la radio Phonola con il design dei fratelli Castiglioni e di Caccia Dominioni; macchinari d’epoca della Lazzaroni e la collezione delle famose scatole per biscotti in latta con riportate le illustrazioni di famosi artisti, un autocarro dell’Isotta Fraschini utilizzato nella battaglia di El Alamein in Africa, un’auto FIAT 501 del 1924.


Orari:
Lunedì: chiuso
Martedì: 15:00 - 17:00
Mercoledì: chiuso
Giovedì: 14:30 - 16:30
Venerdì: chiuso
Sabato: 15:00 - 18:00
Domenica: 09:00 - 12:00 | 14:30 - 18:30
Informazioni aggiuntive aperture e chiusure straordinarie:
Chiusura in Agosto e durante le festività Pasquali e Natalizie
NB: Le informazioni possono variare. Controlla sempre il sito del museo per orari e tariffe aggiornate.

Sei abbonato?
Tessera Lombardia - Valle d'Aosta: in abbonamento
Non sei abbonato?
  • Biglietto intero: Gratuito
  • Biglietto ridotto: Non previsto
via Don Griffanti, 6 Saronno (VA)

Servizi e accessibilità

Disabilità Apri
Infanzia Apri

Potrebbe interessarti anche:

MUSEO DELLA CERAMICA G. GIANETTI
Il Museo della Ceramica Giuseppe Gianetti, inaugurato nel 1994, è un centro culturale che accoglie una collezione di…
Saronno (VA)
Casa Museo Lodovico Pogliaghi
Lavorando al restauro delle cappelle del Sacro Monte di Varese, l’artista e collezionista Lodovico Pogliaghi (Milano 1857 –…
Varese (VA)
AM for UNESCO World Heritage Sites in Lombardy
MUSEO MAGA
Il MAGA, riconosciuto dal MiBACT come Soggetto di rilevanza nazionale conserva una collezione di oltre 6000 opere d’arte…
Gallarate (VA)
AM Piemonte Valle d'Aosta
265musei

AM Piemonte Valle d'Aosta

235 musei in territorio piemontese e 30 in Valle d’Aosta compongono l’offerta
pensata per piemontesi e valdostani.
Abbonamento Formula Extra
480musei

AM Formula Extra

è la formula integrata per visitare 480 realtà in Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta.
Tre regioni in un’unica carta.
AM Lombardia Valle d'Aosta
245musei

AM Lombardia Valle d'Aosta

215 musei in territorio lombardo e 30 in Valle d’Aosta compongono l’offerta
pensata per lombardi e valdostani.