Museo d’Arte

Museo Diocesano Carlo Maria Martini

Milano (MI)

In abbonamento
Il Museo Diocesano Carlo Maria Martini, inaugurato nel novembre 2001, è situato nel secondo chiostro della basilica di Sant’Eustorgio, un tempo sede del primo convento domenicano milanese e uno dei più prestigiosi complessi monumentali di Milano. Il Museo risponde alla necessità di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico della Diocesi ambrosiana.

La Collezione permanente è costituita da più di mille opere, comprese tra il II ed il XXI secolo, giunte sotto forma di lasciti, depositi e donazioni, che costituiscono viva testimonianza della ricca produzione artistica ambrosiana, oltre ad offrire un interessante panorama del gusto collezionistico non solo arcivescovile, ma anche privato. Un primo nucleo espositivo è composto da opere connesse al territorio della Diocesi ambrosiana e alla figura del suo fondatore, Sant’Ambrogio. Dipinti e sculture dalle chiese diocesane documentano ampiamente gli esiti della pittura lombarda tra la fine del Quattrocento sino all’Ottocento, da Bergognone e Marco d’Oggiono fino ad Hayez. Il Museo conserva inoltre le opere un tempo appartenenti alle prestigiose collezioni degli arcivescovi di Milano, come il Cardinale Monti e il Cardinale Pozzobonelli; una sezione a parte è dedicata invece all’Oreficeria. A testimonianza del gusto collezionistico privato sono entrate a far parte della collezione permanente prestigiose raccolte, che hanno ampliato il percorso espositivo. Tra queste è la collezione di dipinti a “fondo oro” realizzati da artisti italiani, perlopiù toscani, del XIV e del XV secolo, donata da Alberto Crespi. La Collezione Marcenaro, in deposito dalla Fondazione Cariplo, è composta da sculture per lo più lignee databili dal XIV al XVII secolo. Una sezione è interamente dedicata alla Collezione Sozzani, raccolta disegni dal XV al XX secolo, a cui si affianca l’importante lascito Schubert. Di recente acquisizione infine la Salita al Calvario di Gaetano Previati, e lo straordinario presepe di carta settecentesco con 57 sagome di cartone dipinte da Francesco Londonio. Intorno ad un primo nucleo di opere di Lucio Fontana, tra le quali la Via Crucis bianca del 1955, si sono accostate nel tempo altre opere del XX e XXI secolo.


Orari:
Lunedì: chiuso
Martedì: 10:00 - 18:00
Mercoledì: 10:00 - 18:00
Giovedì: 10:00 - 18:00
Venerdì: 10:00 - 18:00
Sabato: 10:00 - 18:00
Domenica: 10:00 - 18:00

Sei abbonato?
Tessera Lombardia - Valle d'Aosta: in abbonamento
Non sei abbonato?
  • Biglietto intero: 12,00 €
  • Biglietto ridotto: 10,00 €
Informazioni aggiuntive aperture e chiusure straordinarie:
Chiuso 1 gennaio, 1 maggio, 25 e 26 dicembre
NB: Le informazioni possono variare. Controlla sempre il sito del museo per orari e tariffe aggiornate.
Piazza sant’Eustrogio, 3 Milano (MI)

Servizi e accessibilità

Disabilità Apri
Infanzia Apri

Mostre in questa sede

Un Capolavoro per Milano 2022: Raffaello
Annunciazione, Adorazione dei Magi, Presentazione al Tempio. La predella della Pala Oddi È Raffaello Sanzio (Urbino 1483 - Roma 1520)…
Museo Diocesano Carlo Maria Martini
Milano (MI)
04.11.2022 - 29.01.2023

Potrebbe interessarti anche:

STUDIO MUSEO FRANCESCO MESSINA
Aperto nel 1974, lo Studio Museo Francesco Messina è ospitato nell’antica chiesa sconsacrata di San Sisto, vicino alla centralissima via…
Milano (MI)
Civico Museo Archeologico di Milano
Il Museo comprende diverse sezioni. Nel percorso dedicato alla Milano antica, oltre a numerosi reperti provenienti dalla città, sono visibili…
Milano (MI)
AM Piemonte Valle d'Aosta
280musei

AM Piemonte Valle d'Aosta

250 musei in territorio piemontese e 30 in Valle d’Aosta compongono l’offerta
pensata per piemontesi e valdostani.
Abbonamento Formula Extra
480musei

AM Formula Extra

è la formula integrata per visitare 480 realtà in Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta.
Tre regioni in un’unica carta.
AM Lombardia Valle d'Aosta
230musei

AM Lombardia Valle d'Aosta

200 musei in territorio lombardo e 30 in Valle d’Aosta compongono l’offerta
pensata per lombardi e valdostani.