Museo Etnografico

CASTELLO DI ROCCA DE’ BALDI

ROCCA DE’ BALDI (CN)

In abbonamento
Sede del Museo Storico Etnografico “Augusto Doro”, il castello fu eretto nel XIII secolo e venne ricostruito e ampliato nel corso dei secoli XVII e XVIII.

Il Castello di Rocca de’ Baldi fu creato con carattere prettamente difensivo, ma si trasformò nel corso dei secoli in residenza nobiliare della famiglia Morozzo della Rocca, investita del Marchesato di Rocca nel 1675. Il Castello, che oggi si presenta di colore rosso scuro, era in origine di stucco bianco con decori neri come tutti gli edifici della famiglia Morozzo, e come ancora oggi si presenta l’adiacente Badia, rimasta di proprietà della famiglia. Negli anni successivi l’edificio fu dimora di alcune famiglie borghesi per poi diventare, agli inizi del ’900, sede della “Colonia Agricola Orfani di Guerra” che dal 1923 al 1973 ospitò, educò e preparò alla vita ed al lavoro le centinaia di ragazzi che negli anni vi furono accolti.Al primo piano del Castello sono visitabili le stanze abitate per due secoli dai Morozzo, dove è stato di recente allestito uno specifico percorso espositivo con pannelli dedicati ad alcuni esponenti della famiglia e alle loro storie di vita pubblica e privata. Al secondo piano, invece, è visitabile il Museo Etnografico Provinciale “Augusto Doro”, dove trova allestimento una tra le più importanti ed interessanti sezioni museali multimediali sull’etnografia rurale e sul paesaggio agricolo cuneese. Antiche mappe e carte topografiche, attrezzi e fotografie attinenti la vita contadina dei secoli scorsi, illustrano le grandi trasformazioni dell’ambiente e la nascita del paesaggio rurale odierno, tutti gli aspetti della coltivazione dei cereali, dall’aratura alla conservazione, e il loro rapporto con il territorio e la storia economica, sociale e culturale della nostra regione, in un percorso multimediale supportato da suggestivi mezzi di comunicazione visiva. Il Parco del Castello è costituito da un Giardino che vanta la presenza di un antico Cedro del Libano e di tre straordinari e antichissimi esemplari di Sophora Japonica, e da un frutteto di antiche cultivar affidato dal 2017 alle cure del Comizio Agrario di Mondovì che ne ha fatto una piattaforma sperimentale agraria costituita dal frutteto, da un angolo di erbe officinali e da un orto. ATTENZIONE! Ogni ultima domenica del mese è prevista una visita tematica straordinaria per la quale è richiesto anche agli abbonati un costo aggiuntivo di € 5,00.


Orari:
Lunedì: chiuso
Martedì: chiuso
Mercoledì: chiuso
Giovedì: chiuso
Venerdì: chiuso
Sabato: chiuso
Domenica: 14:30 - 18:30
Informazioni aggiuntive aperture e chiusure straordinarie:
Ogni ultima domenica del mese è prevista una visita tematica straordinaria per la quale è richiesto anche agli abbonati un costo aggiuntivo di € 5,00.
NB: Le informazioni possono variare. Controlla sempre il sito del museo per orari e tariffe aggiornate.

Sei abbonato?
Tessera Piemonte - Valle d'Aosta: in abbonamento
Non sei abbonato?
  • Biglietto intero: 5,00 €
  • Biglietto ridotto: Non previsto
Piazza Pio VII ROCCA DE’ BALDI (CN)

Potrebbe interessarti anche:

MUSEO CIVICO DELLA STAMPA
Collocato nelle suggestive sale al piano terreno e, in parte, al primo piano del Complesso di Liber –…
Mondovì (CN)
Torre del Belvedere
A Mondovì Piazza, al termine della salita che affianca il Duomo e il palazzo del Vescovado, raggiungiamo il…
Mondovì (CN)
MOMUC | MUSEO DELLA CERAMICA
Il Museo della Ceramica sorge nel prestigioso Palazzo Fauzone di Germagnano, nel rione Piazza di Mondovì. Le sale…
MONDOVI’ (CN)
AM Piemonte Valle d'Aosta
265musei

AM Piemonte Valle d'Aosta

235 musei in territorio piemontese e 30 in Valle d’Aosta compongono l’offerta
pensata per piemontesi e valdostani.
Abbonamento Formula Extra
480musei

AM Formula Extra

è la formula integrata per visitare 480 realtà in Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta.
Tre regioni in un’unica carta.
AM Lombardia Valle d'Aosta
245musei

AM Lombardia Valle d'Aosta

215 musei in territorio lombardo e 30 in Valle d’Aosta compongono l’offerta
pensata per lombardi e valdostani.