Mostra temporanea

Le falci nell’arte, l’arte delle falci

MUSEO CIVICO LUIGI MALLE’ - DRONERO (CN)

In abbonamento
Da domenica 24.03.2024 a domenica 7.07.2024

Il Museo Luigi Mallé ospita la mostra Le falci nell’arte, l’arte delle falci, una profonda esplorazione storica e contemporanea dell’archetipo della falce. Curata da Ivana Mulatero, la mostra presenterà trenta opere d’arte, inclusi due dipinti del 1905 di Matteo Olivero, e una mappa speciale sulla Dronero di ferro. L’esposizione, che include artisti contemporanei e studenti dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, offrirà anche materiali storici forniti dalla Falci S.r.l.

La mostra offre un’esperienza immersiva, con documenti storici, fotografie e una sezione dedicata alla cultura della falciatura esplorandone i significati simbolici e pratici della falce, con particolare attenzione al suo ruolo nell’agricoltura e nella vita quotidiana.

Inoltre, la mostra si integra nel Festival Letterario Diffuso a Dronero, offrendo conferenze, laboratori, concerti e visite guidate per coinvolgere la comunità locale e promuovere il dialogo sulla storia e il futuro della falce.


Orari:
Lunedì: chiuso
Martedì: chiuso
Mercoledì: chiuso
Giovedì: chiuso
Venerdì: chiuso
Sabato: 15:00 - 19:00
Domenica: 15:00 - 19:00

Sei abbonato?
Tessera Piemonte - Valle d'Aosta: in abbonamento
Non sei abbonato?
  • Biglietto intero: Gratuito
  • Biglietto ridotto: Non previsto

Il luogo:
NB: Le informazioni possono variare. Controlla sempre il sito del museo per orari e tariffe aggiornate.

Servizi e accessibilità

Disabilità Apri
Infanzia Apri
AM Piemonte Valle d'Aosta
265musei

AM Piemonte Valle d'Aosta

235 musei in territorio piemontese e 30 in Valle d’Aosta compongono l’offerta
pensata per piemontesi e valdostani.
Abbonamento Formula Extra
480musei

AM Formula Extra

è la formula integrata per visitare 480 realtà in Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta.
Tre regioni in un’unica carta.
AM Lombardia Valle d'Aosta
245musei

AM Lombardia Valle d'Aosta

215 musei in territorio lombardo e 30 in Valle d’Aosta compongono l’offerta
pensata per lombardi e valdostani.